il Basso Volume pneumatico con Venturi

Dal 1974 semplice, efficace, ineguagliabile!

Con l’esclusivo sistema a Basso Volume Pneumatico proposto da Cima Spa, è possibile risparmiare notevoli quantità di acqua durante l’utilizzo degli atomizzatori.
Scopri come funziona e quali sono i suoi vantaggi rispetto al Volume Normale.

 

La polverizzazione

gocce basso volume
L'unità di misura delle gocce ottenute da polverizzazione è il MICRON

È noto che per distribuire efficacemente i  fitofarmaci e ottenere una copertura mirata e adeguata è necessario utilizzare l'acqua come mezzo di trasporto del principio attivo.
La polverizzazione del liquido di trattamento in gocce piccolissime è l'unico modo che permette una omogenea distribuzione di piccole quantità di principio attivo su vaste superfici vegetative.

L'unità di misura del diametro delle gocce che si ottengono dalla polverizzazione è il MICRON. Esso corrisponde alla millesima parte di 1 millimetro.

 

Sistema a “volume normale”

sistema a volume normale
Sistema a volume normale

Gli irroratori “tradizionali”  utilizzano pompe a membrana o a pistoni per ottenere una forte pressione dell'acqua, che viene distribuita attraverso uno o più ugelli di piccolissimo diametro. L'utilizzo di un ventilatore consente di  “sostenere” le gocce d'acqua coadiuvando la distribuzione del prodotto sulla vegetazione. Questo sistema è convenzionalmente chiamato a “VOLUME NORMALE”.

Sistema a basso volume

tubo Venturi Cima
Sistema basato sul principio del tubo Venturi

Gli atomizzatori pneumatici CIMA utilizzano invece un sistema basato sul principio del “tubo Venturi”; esso consiste nel creare, con un ventilatore centrifugo, una fortissima corrente d'aria, immetterla in un tubo e farla uscire attraverso una opportuna strozzatura. L'acqua, priva di pressione, viene portata ed immessa al centro di quella strozzatura dove, per azione della velocità dell'aria, si polverizza. L'applicazione di questo principio costituisce la condizione indispensabile e vincolante per la costruzione degli atomizzatori pneumatici.

Mettiamo a confronto i due metodi

distribuzione gocce a volume normale
Irroratori a volume normale

Negli irroratori a  "volume normale", l'85% delle goccioline erogate ha un diametro di 300/500 micron. Tale valore non può essere diminuito, nemmeno aumentando la pressione di esercizio.

La distribuzione risulta grossolana ed irregolare, quindi di MINOR EFFICACIA.

distribuzione gocce con basso volume pneumatico
Sistema basato sul principio del tubo Venturi

Negli atomizzatori CIMA - Basso Volume Pneumatico con Venturi, l'erogazione  crea una nube d'acqua dove il 90% delle goccioline ha un diametro molto più piccolo (normalmente, dell'ordine di 100/150 micron).

La distribuzione risulta precisa ed uniforme, quindi di MAGGIOR EFFICACIA.

Questa notevole differenza di polverizzazione è fondamentale. Essa permette agli atomizzatori pneumatici, a parità di volume d'acqua impiegata, una copertura notevolmente superiore rispetto agli irroratori tradizionali. In poche parole, gli atomizzatori pneumatici CIMA possono effettuare la copertura della stessa superficie vegetativa trattata dalle macchine a volume normale ma con una quantità d'acqua di gran lunga inferiore, cioè con un "BASSO VOLUME" d'acqua.

 

copertura delle gocce su una superficie
copertura delle gocce su una superficie

Immaginiamo di coprire un'area nota con gocce d'acqua: è evidente che più piccole saranno le gocce e maggiore sarà la superficie coperta all'interno dell'area.

Dal volume di una goccia di 300 micron si ottengono 27 gocce di 100 micron. Anche considerando il diametro della goccia uguale a quello della sua impronta, la superficie coperta passa da 0,07mm² a 0,21 mm², triplicando.

 

aumento della superficie con il basso volume
copertura delle gocce su una superficie

Se però consideriamo lo schiacciamento delle gocce e la più ampia superficie efficace di azione derivante dai fenomeni di volatilità della sostanza chimica, e quindi di diffusione e saturazione degli strati periferici (il cosiddetto alone di Fleming il cui spessore viene stimato intorno a 100 micron), la superficie dominata passa da 0,196 mm² a circa 1,91 mm², ovvero aumenta di circa 10 volte.

Questo è uno dei principali motivi di favore verso l'adozione delle gocce piccole,  sinonimo di "BASSO VOLUME PNEUMATICO".

 

comportamento delle gocce su una superficie
copertura delle gocce su una superficie

Inoltre è molto importante considerare il comportamento dinamico delle gocce. Le gocce più grosse (oltre 400 micron), per la tensione superficiale e la maggiore massa hanno una adesione minore e provocano perdite per eccessivo accumulo, per disuniformità di deposito e per ruscellamento sulle foglie e gocciolamento a terra. Le gocce troppo piccole (inferiori a 70 micron)  sono molto sensibili al vento, e l'elevata temperatura può provocare la loro evaporazione rendendole piccolissime o addirittura essiccando la particella di sostanza attiva in soluzione.

Le gocce dell'ordine di 100/200 micron al contrario hanno una diffusione migliore e, trasportate dal getto vettore aria, penetrano negli interstizi vegetali e producono una copertura con maggiore uniformità e assenza di gocciolamento.


La  QUANTITA' DI FITOFARMACO da distribuire per ETTARO, in funzione della coltura da trattare, RIMANE INVARIATA, indipendentemente dal tipo di macchina impiegata.


A parità di superficie trattata (1 ettaro)

Macchina impiegata Sistema di polverizzazione Prodotto impiegato Acqua impiegata Concentrazione miscela
turboirroratore volume normale kg 3 litri 1000 1 volta o normale = 300 g ogni 100 litri
atomizzatore basso volume kg 3 litri 333 3 volte = 900 g ogni 100 litri
atomizzatore basso volume kg 3 litri 200 5 volte = 1500 g ogni 100 litri
atomizzatore basso volume kg 3 litri 125 8 volte = 2400 g ogni 100 litri

 

 

Scarica il depliant e confronta il Basso Volume al Volume Normale